Rinoplastica rischi e complicanze

Rinoplastica rischi e complicanze

Tutti gli interventi di chirurgia estetica hanno in comune alcuni tipi di complicanze possibili come sanguinamento, formazione di ematoma e infezione. Altri rischi sono invece legati alla natura dell'intervento specifico. L'intervento di rinoplastica è molto delicato ma se effettuato da un chirurgo esperto, i rischi e le complicanze si riducono notevolmente.

Finanziamento senza busta paga

Questo intervento si può effettuare con finanziamento senza busta paga

 

La rinoplastica è un intervento sostanzialmente sicuro per i rischi generici.
Indispensabile come sempre, è l’adeguata esperienza del chirurgo e un’attenta preparazione ed esecuzione dell’intervento per scongiurare le complicanze specifiche in agguato, a causa della complessità della procedura e la delicatezza delle strutture coinvolte.

La prevenzione delle complicanze sempre importante in ogni intervento chirurgico, ha in questo caso, una valenza cruciale considerando che gli esiti di alcune complicanze possono essere molto difficili o impossibili da correggere. Il sanguinamento post-operatorio è raro e di solito si risolve senza trattamento.

L'infezione è rara, ma quando si verifica, potrebbe progredire per diventare un ascesso con eventuale drenaggio chirurgico dell’essudato, in anestesia generale. Aderenze e cicatrici che ostruiscono le vie aeree possono formare briglie cicatriziali e retrazioni nella cavità nasale, dal setto ai turbinati, e richiedere la rimozione chirurgica. L'asportazione eccessiva dello scheletro osseo e cartilagineo, può causare un aumento relativo di cute al di là delle sue capacità di retrazione, con possibile manifestazione della deformità "Polly beak", simile al becco di un pappagallo. Allo stesso modo, se il setto è indebolito per riduzione eccessiva, il dorso del naso può affondare, con conseguente deformità del "naso a sella".

La punta del naso può essere eccessivamente ruotata in alto, aumentando la visibilità delle narici con conseguente naso suino.

Se le cartilagini della punta del naso sono molto ridotte avremo una punta poco proiettata.

L’incisione non corretta sulla columella può sezionare o danneggiare alcune terminazione nervose con vari gradi di parestesie che possono richiedere mesi per la risoluzione. Inoltre, nel corso della rinoplastica, il chirurgo potrebbe accidentalmente causare una perforazione del setto, che in seguito può causare sanguinamento, cronica formazione di croste e fluidi nasali, difficoltà respiratorie, fischi respiratorie. Una turbinectomia può causare la sindrome del naso vuoto.

Compila il form per avere maggiori informazioni