Rinoplastica aperta e chiusa

Rinoplastica aperta e chiusa

L’intervento di rinoplastica corregge le anomalie congenite e acquisite del naso e ripristina le caratteristiche funzionali ed estetiche con manipolazioni della cute, del sottocute, delle mucose e degli elementi di sostegno osseo e cartilagineo. Tecnicamente, l’accesso chirurgico può essere chiuso o aperto.

Finanziamento senza busta paga

Questo intervento si può effettuare con finanziamento senza busta paga

 

L’intervento di rinoplastica può essere aperto o chiuso a seconda di come avviene l’accesso chirurgico.

Nella rinoplastica aperta il chirurgo pratica una piccola incisione sulla parte più stretta della columella, cioè il sottile ponte cutaneo che collega la punta del naso con la parte superiore del labbro. L’accesso attraverso la columella non è nuovo, già nel 1921 è stato proposto con una incisione orizzontale da A. Rethi.

L’esperienza ha dimostrato che l’incisione orizzontale può lasciare vistosi esiti cicatriziali. Oggi il disegno della incisione a V, il miglioramento degli strumenti, dei materiali, della tecnica e della strategia di sutura hanno di molto migliorato la qualità della cicatrice.

La presenza di una cicatrice, per quanto modesta, resta comunque una delle principali critiche e motivi di dibattito da parte dei fautori dell’accesso chiuso. L’incisione columellare si aggiunge, con alcune varianti a quelle all’interno del naso per raggiungere tutte le componenti che devono essere corrette.

A fronte della modesta cicatrice, la rinoplastica aperta offre una visibilità maggiore ed un più ampio accesso chirurgico, vantaggio non indifferente in un campo operatorio ristretto ed affollato da importanti e delicati elementi strutturali influenzati da variazioni volumetriche dell’ordine del millimetro.

Quali sono i tempi dell’operazione?

La durata dell'intervento è in genere più lunga nella rinoplastica aperta e il gonfiore e la convalescenza possono essere più lenti, anche se l’esperienza del chirurgo gioca un ruolo importante. Indicata soprattutto nella rinoplastica secondaria e nella rinoplastica etnica, sempre più spesso viene proposta anche nella rinoplastica primaria.

Nella rinoplastica chiusa il chirurgo esegue ogni incisione esclusivamente all'interno del naso e non taglia la columella, il tempo operatorio è più breve, l’edema più modesto, il recupero più rapido. Un chirurgo esperto usa la palpazione per compensare la riduzione della visibilità.

Compila il form per avere maggiori informazioni