Mastoplastica additiva Venezia

Mastoplastica additiva Venezia

La mastoplastica additiva è la chirurgia di aumento del volume del seno e costituisce uno degli interventi maggiormente richiesti in chirurgia estetica. Con l'intervento di mastoplastica additiva è possibile modificare la forma e le dimensioni di un seno troppo piccolo o di correggere un'asimmetria mammaria migliorando l'armonia del corpo e il proprio senso di autostima.

Finanziamento senza busta paga

Questo intervento si può effettuare con finanziamento senza busta paga

 

Che cos’è la mastoplastica additiva?

L’aumento del seno, conosciuto in medicina come mastoplastica additiva, è una procedura chirurgica che ha come obiettivo quello di aumentare le dimensioni e la forma del seno femminile.

La mastoplastica additiva è l’intervento che permette l’aumento del volume del seno e il miglioramento della sua forma. Con questo tipo di intervento, la cui storia inizia nel 1895, è possibile modificare la forma e le dimensioni di un seno troppo piccolo o correggere un'asimmetria mammaria migliorando l'armonia del corpo e il proprio senso di autostima.

Mastoplastica Gold Standard - Il nostro metodo

Grazie a 35 anni di esperienza il Dott. Luigi Catania è diventato uno dei maggiori esperti di mastoplastica additiva. Il programma che proponiamo assicura il recupero completo in 24 ore senza drenaggi né fasciature.

La nostra equipe diretta dal Dott. Luigi Catania opera in una prestigiosa clinica romana.

Durata intervento
60 min
Dimissione dalla clinica
3 ore
Recupero completo
24 ore

Immagina di venire in Clinica, operarti e fare una passeggiata nel pomeriggio ed anche shopping ed andare a cena, il giorno dopo riprendere l'attività, guidare la macchina etcc... senza fasciature, reggiseni, drenaggi, medicazioni, dolore, convalescenza con una completa mobilità.

Mastoplastica Gold Standard

Le motivazioni per la mastoplastica

Tra le motivazioni più frequenti che spingono le donna a sottoporsi a un intervento di mastoplastica additiva troviamo:

  • L’ipotrofia mammaria (un seno poco sviluppato) è in genere la prima motivazione che spinge le donne ad effettuare questo intervento, ma non l’unica.

  • Svuotamento del seno con caduta (ptosi mammaria ghiandolare) che nella maggior parte dei casi, avviene dopo un forte dimagrimento o in seguito all’allattamento;

  • Perdita del tono cutaneo (ptosi mammaria cutanea) da attribuire all’età o a predisposizioni genetiche;

  • Asimmetria mammaria, caratterizzata da una marcata differenza nel volume delle due mammelle e dalla posizione del complesso areola-capezzolo.

Gradi di ptosi mammaria

Obiettivi della mastoplastica

Per rispondere al meglio a questi bisogni, le tecniche di mastoplastica additiva hanno conosciuto una rapida evoluzione negli ultimi tempi diventando sempre più efficaci e sicure. La metodica più innovativa presenta notevoli vantaggi rispetto alle tecniche tradizionali: può essere eseguita tutto l’anno, anche in estate; garantisce infatti risultati soddisfacenti con tempi di intervento e di recupero estremamente contenuti evitando disagi post-operatori e permettendo una ripresa velocissima delle consuete attività quotidiane.

Il risultato perseguito da chi si sottopone all’intervento è, normalmente, l’armonia del fisico, la bellezza del corpo e l’appagamento della mente.

L’obiettivo finale della mastoplastica additiva, è l’ottenimento di un aspetto fisico piacevole e armonioso. In genere ciò si realizza senza gravi problemi o complicanze, tuttavia per ottenere il seno desiderato è necessario sottoporsi ad un intervento chirurgico invasivo e condotto in anestesia totale. Per questo motivo non bisogna mai perdere di vista il percorso che, grazie alla mastoplastica additiva, permette l’aumento di volume del seno e non vanno mai trascurati gli aspetti propri della pratica chirurgica.

La mastoplastica additiva è un intervento chirurgico eseguito in analgesia totale e realizzato attraverso l’inserimento nella regione mammaria di apposite protesi. Chi vuole eseguire la mastoplastica additiva deve informarsi e conoscere, punto per punto, l’intero percorso medico – chirurgico che si accinge ad affrontare.

La visita pre-operatoria

Nel consulto pre-operatorio, il paziente collaborerà con il chirurgo per valutare una serie di elementi utili ai fini dell’intervento e per informarsi correttamente. In questa ottica informare non significa solo fornire indicazioni, numeri e dati ma coinvolgere il paziente per un’ottima riuscita dell’intervento.
La visita pre-operatoria rappresenta un momento molto delicato in quanto permette al chirurgo di comprendere i desideri e le aspettative del paziente e di concordare insieme il risultato estetico raggiungibile.

  • La valutazione delle richieste

    Nella fase preliminare all’intervento, il compito principale del medico è quello di valutare con attenzione le richieste del paziente in modo da poterle soddisfare senza però compromettere il buon esito dell’operazione. La richiesta di misure non realistiche, ad esempio, va valutata con particolare attenzione perché può provocare danni estetici irreparabili.

  • Gli esami pre-operatori

    Il requisito base perché il paziente possa essere operato è lo stato di salute. Nel corso dei consueti controlli pre-intervento è fondamentale porre l’attenzione in maniera puntuale sui test di coagulazione; qualora il paziente assumesse anti-aggreganti è necessario che li sospenda.

  • La preparazione della pelle

    Una delle complicanze più gravi dell’intervento è rappresentata dalla possibilità che la protesi si infetti. Qualora questo succeda è necessario sostituirla, con una ricaduta pesante sulla paziente a livello sia di impegno fisico che economico. Per prevenire questa complicanza, il paziente seguirà un protocollo pre-operatorio per azzerare la carica batterica cutanea.

La scelta delle protesi per l’intervento di mastoplastica additiva

Un altro passaggio fondamentale per la riuscita dell’intervento è la scelta del tipo di protesi da impiantare. Il medico la effettua partendo da una serie di misurazioni statiche e dinamiche che permettono di selezionare una protesi "su misura", perfettamente adatta per forma, volume e dimensioni al torace del paziente e all’elasticità dei tessuti; parametro molto importante da tenere in considerazione al momento della scelta.

Le protesi mammarie possono essere di forma anatomica (“a goccia”), rotonda (protesi più tradizionali), oppure ergonomica e di volume variabile da un minimo di 100 cc. a oltre 700 cc.

Impiantare una protesi troppo grande provoca nel tempo danni irreparabili: infatti la protesi genera una pressione che, sommata al peso stesso dell’impianto, causa un’atrofia del tessuto con una significativa caduta del seno. Protesi di misura eccessiva, inoltre, traumatizzano i tessuti in fase di impianto ed allungano i tempi di recupero post-operatorio. La scelta delle protesi è un passaggio fondamentale non solo per la paziente, ma anche per il chirurgo e per tale motivo merita tempo e attenzione.

Tutte le protesi utilizzate dal Prof. Luigi Catania sono protesi di silicone di ultima generazione, solo nanotesturizzate o microtesturizzate, prodotte dalle migliori aziende farmaceutiche.

Oggi non è più necessario sostituire le protesi dopo 10 anni dall'impianto a meno che il paziente non desideri cambiare la forma e/o il volume del proprio seno o siano insorte rare complicanze quali la contrattura capsulare, ossia il rigetto della protesi da parte dell’organismo.

La scelta delle protesi per l’intervento di mastoplastica additiva
Protesi anatomica a goccia
La scelta delle protesi per l’intervento di mastoplastica additiva
Protesi rotonda tradizionale
La scelta delle protesi per l’intervento di mastoplastica additiva
Scegliamo insieme le protesi più adatte per te
Otoplastica sala operatoria

In sala operatoria per l’intervento di mastoplastica additiva

Uno degli obiettivi della metodica di mastoplastica additiva del Dottor Luigi Catania è quello di ridurre i tempi di recupero mettendo in atto una serie di particolari accorgimenti nel corso dell’ intervento.

Il primo accorgimento si basa sulla riduzione dei tempi operatori: più l’intervento è lungo, maggiore è la dose di farmaci che deve essere somministrata e più lento sarà il recupero post-operatorio.

L’intervento di mastoplastica additiva è un’intervento di chirurgia plastica che dura in media 60-120 minuti e si esegue in anestesia locale con sedazione (ciò significa che la paziente è sveglia, ma non sente dolore) oppure in anestesia totale, in regime di day hospital e più raramente con ricovero in clinica per una o due notti.

Tecnicamente, l'operazione di mastoplastica additiva prevede l’inserimento della protesi attraverso piccole incisioni nel contorno dell’areola, o nella piega sottomammaria o nella regione ascellare. La protesi deve essere posizionata al di sotto del muscolo grande pettorale con una tecnica denominata “Dual plane” , o più raramente al di sotto della ghiandola mammaria. Le piccole incisioni risulteranno quasi invisibili ad occhio nudo.

Grazie all’utilizzo di una particolare apparecchiatura e alla conoscenza perfetta dei punti di sanguinamento, la nuova metodica permette di effettuare un’emostasi (una coagulazione) “a priori”, prima che il tessuto inizi a sanguinare in modo da ottenere una zona di intervento perfettamente pulita, senza sangue e senza ematomi. Ciò permette, nella maggior parte dei casi, l’eliminazione dell’uso dei drenaggi che complicano il recupero dopo l’intervento e che possono essere un’ulteriore fonte di infezione.

L’apparecchiatura inoltre interviene anche sulle terminazioni nervose con un effetto “analgesico” che rende ancora meno dolorosa la fase post-operatoria

I tempi di recupero

Con la moderna tecnica di mastoplastica additiva del Dottor Luigi Catania, i tempi di recupero si accorciano notevolmente.

In sole 24 ore il paziente sarà in grado di svolgere le consuete attività della vita quotidiana pur rispettando le dovute accortezze.

A differenza di altre metodiche non chirurgiche come gli impianti di grasso autologo e di collagene, la tecnica chirurgica garantisce risultati ottimali dal punto di vista estetico che hanno il grande vantaggio di durare inalterati nel tempo.

La sicurezza dell’impianto è garantita dall’ormai vastissima casistica di utilizzo e dall’alta qualità delle protesi impiegate.

Se l’intervento di mastoplastica additiva viene effettuato da medici competenti non c’è nulla di cui preoccuparsi.

L’unico rischio in cui si può incorrere è l’ispessimento e l’eventuale contrazione della morbida capsula fibrosa che l’organismo costruisce intorno alla protesi. Raramente può avvenire l’indurimento della capsula. Nel caso in cui la contrattura sia forte, quindi la capsula diventi spessa e dura, è necessaria l’asportazione della capsula e il riposizionamento delle protesi. La percentuale di contratture è del 2,5-4.5%.

La mastoplastica Gold Standard ha una percentuale inferiore al allo 0,5%.

Cose da sapere sulla mastoplastica additiva

Quanto costa l’intervento di mastoplastica additiva?

Il costo dell’intervento di mastoplastica additiva con il Dottor Luigi Catania può variare in base alle richieste del cliente e alla situazione di partenza.

Sono numerose le possibilità di pagamento che che il Dottore offre alle sue pazienti; la più apprezzata risulta essere il finanziamento senza busta paga.

Compila il form o chiama al seguente numero per avere maggiori informazioni.

Chi può sottoporsi all’intervento di mastoplastica additiva?

L’intervento di mastoplastica additiva non deve essere considerato un intervento di serie B, in quanto è un'operazione particolarmente delicata e bisogna dedicargli la giusta attenzione.

L'intervento di mastoplastica additiva è particolarmente indicato per tutte le donne che hanno un seno piccolo e desiderano aumentarne il volume; per coloro che hanno un seno cadente (per conformazione naturale o a causa di un drastico dimagrimento, di una gravidanza o dell’allattamento) e desiderano risollevarlo e renderlo più voluminoso; per le donne che soffrono di un’asimmetria mammaria o di qualsiasi altra malformazione e vivono questa anomalia come un vero e proprio disagio.

Uno dei requisiti minimi per potersi sottoporre a un intervento di mastoplastica additiva è l’aver compiuto 18 anni, in quanto è vietato posizionare protesi mammarie ai minorenni a meno che l’intervento non si renda necessario a causa di malformazioni.

Form di contatto

Compila il form per avere maggiori informazioni