• Facebook
  • Instagram
Scopri la nostra proposta!

Il seno è una delle parti più sensuali del corpo femminile. Eppure, come confermano anche le ultime ricerche, sono poche le donne soddisfatte del loro décolleté e tante invece quelle che vorrebbero migliorarne forma e tonicità.
Un desiderio che spinge sempre più spesso ad affidarsi al bisturi per ottenere un seno più pieno e sodo.

Mastoplastica additiva Roma

Grazie a 35 anni di esperienza il Dott. Luigi Catania è diventato uno dei maggiori esperti di Mastoplastica Additiva a Roma. Il programma che proponiamo assicura il recupero completo in 24 ore senza drenaggi né fasciature. La nostra equipe diretta dal Dott. Luigi Catania opera in una Prestigiosa clinica romana.

Mastoplastica Additiva Roma - Doctor Plastic Surgery

 

Contattaci al 3451631545 Richiedi un preventivo gratuito >>

Protesi certificate
FDA bio-dimensional di terza generazione "su misura"

Qualità delle location ed equipe mediche altamente qualificate

Recupero completo in 24 ore senza drenaggi nè fasciature

Costo accessibile e programma personalizzato


Il seno è una delle parti più sensuali del corpo femminile. Eppure, come confermano anche le ultime ricerche, sono poche le donne soddisfatte del loro décolleté e tante invece quelle che vorrebbero migliorarne forma e tonicità ricorrendo all’intervento di mastoplastica additiva.
Una delle preoccupazioni maggiori delle donne che si affidano al bisturi per avere un décolleté nuovo, è il recupero post-operatorio che spesso si presenta lungo e doloroso.

CHE COS'È LA MASTOPLASTICA ADDITIVA?

La mastoplastica additiva è l’intervento che permette l’aumento del volume del seno e il miglioramento della sua forma. Con questo tipo di intervento, la cui storia inizia nel 1895, è possibile modificare la forma e le dimensioni di un seno troppo piccolo o di correggere un'asimmetria mammaria migliorando l'armonia del corpo e il proprio senso di autostima. L’ipotrofia mammaria (un seno poco sviluppato) è in genere la prima motivazione che spinge le donne ad effettuare questo intervento, ma non l’unica.

Infatti, tra le motivazioni più frequenti troviamo:

  • lo svuotamento del seno con caduta (ptosi mammaria ghiandolare) che nella maggior parte dei casi, avviene dopo un forte dimagrimento o in seguito all’allattamento;
  • una perdita del tono cutaneo (ptosi mammaria cutanea) da attribuire all’età o a predisposizioni genetiche;
  • infine, l’asimmetria mammaria, caratterizzata da una marcata differenza nel volume delle due mammelle e dalla posizione del complesso areola-capezzolo.

Per rispondere al meglio a questi bisogni, le tecniche della mastoplastica additiva, hanno conosciuto una rapida evoluzione negli ultimi tempi diventando sempre più efficaci e sicure. La metodica più innovativa presenta notevoli vantaggi rispetto alle tecniche tradizionali: può essere eseguita tutto l’anno, anche in estate; garantisce infatti risultati soddisfacenti con tempi di intervento e di recupero estremamente contenuti evitando disagi post-operatori e permettendo una ripresa velocissima delle consuete attività quotidiane.

COME SI ESEGUE?

Nell’intervento di mastoplastica additiva si procede andando a collocare le protesi mammarie contenenti gel di silicone al di sotto della ghiandola mammaria o del muscolo grande pettorale. Il chirurgo crea una tasca atta ad accogliere la protesi mammaria scelta, attraverso un’incisione piuttosto piccola che avviene intorno all’areola mammaria, nel solco sottomammario o, più raramente, a livello del cavo ascellare. L’intervento si esegue in anestesia locale e con le moderne tecniche di chirurgia plastica e ha una durata di circa 60-90 minuti circa.

PER CHI È INDICATA?

La mastoplastica additiva viene impiegata per aumentare il volume del seno e per migliorarne la forma. Questo tipo di intervento è indicato in particolar modo per un seno piccolo, poco sviluppato o per un seno che si è ridotto di volume e leggermente rilassato a causa dell’allattamento o dell’età. Attraverso questa operazione è possibile ottenere un aspetto più tonico e un volume adatto alle proporzioni del proprio corpo, senza il rischio di esiti cicatriziali evidenti. Se il rilassamento è eccessivo, si dovrà agire con un altro tipo di intervento, la mastopessi, che viene impiegata anche nel caso in cui le mammelle siano malformate, asimmetriche o abbiano la necessità di essere risollevate. L’intervento si consiglia a partire dai 18 anni.

LA SCELTA DELLE PROTESI

Un altro passaggio fondamentale per la riuscita dell’intervento è la scelta del tipo di protesi da impiantare. Il medico la effettua partendo da una serie di misurazioni statiche e dinamiche che permettono di selezionare una protesi "su misura", perfettamente adatta per forma, volume e dimensioni al torace del paziente e all’elasticità dei tessuti, un parametro molto importante da tenere in considerazione al momento della scelta. Impiantare una protesi troppo grande provoca nel tempo danni irreparabili: infatti la protesi genera una pressione che, sommata al peso stesso dell’impianto, causa un’atrofia del tessuto con una significativa caduta del seno. Protesi di misura eccessiva, inoltre, traumatizzano i tessuti in fase di impianto ed allungano i tempi di recupero post-operatorio. La scelta delle protesi è un passaggio fondamentale non solo per la paziente, ma anche per il chirurgo.

PRIMA DELL’INTERVENTO

Nel consulto pre-operatorio, la paziente collaborerà con il chirurgo per valutare una serie di elementi e informarsi correttamente. In questa ottica informare non significa solo fornire indicazioni, numeri e dati ma coinvolgere la paziente per la migliore riuscita dell’intervento.

  • La valutazione delle richieste: nella fase preliminare il compito principale del medico è quello di valutare con attenzione le richieste della paziente in modo da poterle soddisfare senza però compromettere il buon esito dell’operazione. La richiesta di misure non realistiche, ad esempio, va valutata con particolare attenzione perché può provocare danni estetici irreparabili.
  • Gli esami pre-operatori: il requisito base perché la paziente possa essere operata è che sia in buono stato di salute. Nel corso dei consueti controlli pre-intervento è fondamentale porre l’attenzione in maniera puntuale sui test di coagulazione: qualora la paziente assumesse anti-aggreganti è necessario che li sospenda.
  • La preparazione della pelle: una delle complicanze più gravi dell’intervento è rappresentata dalla possibilità che la protesi si infetti. Qualora questo succeda è necessario sostituirla, con una ricaduta pesante sulla paziente a livello sia di impegno fisico che economico. Per prevenire questa complicanza, la paziente seguirà un protocollo pre-operatorio per azzerare la carica batterica cutanea.

IN SALA OPERATORIA

Uno degli obiettivi della metodica di mastoplastica additiva, è quello di ridurre i tempi di recupero mettendo in atto una serie di particolari accorgimenti nel corso dell’ intervento. Innanzitutto, vengono ridotti all’essenziale i tempi operatori: più l’intervento è lungo, maggiore è la dose di farmaci che deve essere somministrata e più lento il recupero post-operatorio.

Per contenere i tempi in sala operatoria è fondamentale che il chirurgo abbia una manualità precisa e veloce e che tutta l’equipe collabori in perfetta coordinazione per evitare ripetizioni di gesti che portano via tempo. Negli interventi classici di mastoplastica additiva il chirurgo utilizza in genere delle protesi di prova per verificare la corretta “misura” dell’impianto. Questo è un passaggio che viene invece evitato nella nuova tecnica perché la protesi di prova può diventare un pericoloso veicolo di infezione, aumenta il trauma e i tempi chirurgici. Inoltre, con le nuove metodiche è più semplice evitare il sanguinamento: la prassi nelle procedure chirurgiche prevede che la fase della coagulazione avvenga dopo l’incisione. Questo comporta un sanguinamento che, seppur minimo, provoca un’infiltrazione di sangue nei tessuti: si formano così ematomi e gonfiori dolorosi e lunghi da riassorbire che peggiorano le condizioni del post-operatorio.

Grazie all’utilizzo di una particolare apparecchiatura e alla conoscenza perfetta dei punti di sanguinamento, la nuova metodica permette di effettuare un’emostasi (una coagulazione) “a priori”, prima che il tessuto inizi a sanguinare in modo da ottenere una zona di intervento perfettamente pulita, senza sangue e senza ematomi. Ciò permette, nella maggior parte dei casi, l’eliminazione dell’uso dei drenaggi che complicano il recupero dopo l’intervento e che possono essere un’ulteriore fonte di infezione. L’apparecchiatura inoltre interviene anche sulle terminazioni nervose con un effetto “analgesico” che rende ancora meno dolorosa la fase post-operatoria. Inoltre, le moderne metodiche permettono di operare con precisione: la “tasca” che il chirurgo crea per collocare la protesi deve essere su misura per l’impianto, che va inserito immediatamente per evitare l’esposizione all’aria e limitare ulteriormente il rischio di infezione.

I RISCHI

L’unico rischio in cui si può incorrere è l’ispessimento e l’eventuale contrazione della morbida capsula fibrosa che l’organismo costruisce intorno alla protesi. Raramente può avvenire l’indurimento della capsula. Nel caso in cui la contrattura sia forte, quindi la capsula diventi spessa e dura, è necessaria l’asportazione della capsula e il riposizionamento delle protesi. La percentuale di contratture è del 2,5-4.5%. La mastoplastica Gold ha una percentuale inferiore al allo 0,5%.

I TEMPI DI RECUPERO

Con la mastoplastica additiva del Dottor Luigi Catania (Doctor Plastic Surgery), i tempi di recupero sono una passeggiata! In sole 24 ore il paziente sarà in grado di svolgere le consuete attività della vita quotidiana.

I RISULTATI

A differenza di altre metodiche non chirurgiche come gli impianti di grasso autologo e di collagene, la tecnica chirurgica garantisce risultati ottimali dal punto di vista estetico che hanno il grande vantaggio di durare inalterati nel tempo. La sicurezza dell’impianto è garantita dall’ormai vastissima casistica di utilizzo e dall’alta qualità delle protesi impiegate.

DA SAPERE

Questa particolare metodica di intervento viene eseguita da equipe selezionate con trent’anni di esperienza. Le strutture sono certificate per la massima sicurezza e comfort e la qualità delle location è decisamente sopra la norma. A qualificare la proposta sono, oltre alla provata professionalità dei chirurghi, l’alta qualità dei materiali utilizzati e i costi decisamente contenuti delle prestazioni.

PREZZI

Il costo è accessibile a tutti e il programma di pagamento è altamente personalizzabile.

Durata intervento

40/60 minuti

Dimissione

90/120 minuti dalla fine dell'intervento

Anestesia

Anestesia generale

Tempi di recupero

Recupero completo in 24 ore

Contattaci al 3451631545 Richiedi un preventivo gratuito >>
Chiamaci
Whatsapp
Invia una mail