Scopri il nuovo finanziamento ONLINE >
Otoplastica Roma

E’ l’intervento che corregge i difetti morfologici del padiglione auricolare. Esso corregge il problema delle orecchie a sventola, ne ridelinea pieghe e solchi, ripristinando immediatamente le giuste proporzioni.

L’otoplastica è un tipo di procedura di chirurgia estetica molto comune per i bambini e per gli adulti.

Può correggere l’eccesso di cartilagine dei padiglioni auricolari e la sua forma, cioè il difetto comunemente noto come “orecchie a sventola”. Inoltre è possibile correggere altri particolari dei padiglioni e dei lobi, ed eventuali asimmetrie dovute sia a difetti congeniti (la maggior parte dei casi), che a problemi acquisiti in seguito a traumi.

Prima dell'intervento

La visita pre-operatoria è il momento in cui viene studiato il caso in tutti i suoi dettagli, estetici e funzionali e, se esistono le indicazioni per l’intervento chirurgico, vengono illustrate e programmate tutte le correzioni possibili.   

Vengono anche eseguite delle fotografie del viso per meglio visualizzare ogni dettaglio utile per la valutazione e la programmazione chirurgica.

Prima di essere sottoposti ad otoplastica è necessario fare esami ematici di routine, elettrocardiogramma e rx del torace. La conferma di un buono stato di salute attraverso tali esami, rende il rischio operatorio non significativo.

L’otoplastica è comunemente eseguita in ambulatorio e dal momento che è una chirurgia di superficie è sufficiente eseguire una buona anestesia loco-regionale, eventualmente accompagnata da una leggera sedazione, specie nei bambini. In questo caso potrà essere necessario un ricovero in Day Hospital, ovvero con dimissione dopo poche ore dall’intervento. E’ sempre preferibile un digiuno di 5 ore.

In sala operatoria

L’intervento in genere dura da mezz’ora ad un’ora e viene svolto attraverso un’incisione dietro il padiglione auricolare. A seconda del tipo di correzione da eseguire, il chirurgo pianifica la tecnica ideale e in genere elimina una piccola porzione cartilaginea per poi suturare saldamente i lembi. Le cicatrici rimarranno totalmente nascoste.

Dopo l'intervento

Al termine della procedura chirurgica, la testa viene fasciata con un bendaggio elastico che tiene controllato il gonfiore e protegge per i primi giorni la zona dagli urti, favorendo la cicatrizzazione dei padiglioni secondo la forma ottimale.

Il chirurgo consiglia una serie di comportamenti da tenere per favorire la guarigione, che in genere comporta disagi minimi e un dolore leggero controllabile con antidolorifici. Quando i pazienti tornano per il controllo dopo alcuni giorni, il bendaggio viene sostituito e alleggerito.

Appena tolta la medicazione si è subito “presentabili” , potendo riprendere le normali abitudini. E’ vivamente consigliato indossare una fascia elastica in particolare la notte per le prime due settimane: la non osservanza delle prescrizioni mediche e della fascia elastica protettiva aumenta il rischio di recidiva. Durante il primo mese, le orecchie sono ancora instabili e sono sconsigliati esercizio fisico intenso ed esposizione diretta al sole.

Richiedi informazioni
  1. Nome e Cognome*
    Per favore inserisci il tuo nome e cognome.
  2. E-mail*
    Per favore inserisci il tuo indirizzo email.
  3. Telefono*
    Valore non valido
  4. Richiesta
    Valore non valido
  5. Antispam - Inserire la cifra indicata*
    Antispam - Inserire la cifra indicata
    Valore non valido

Charity Program

Il Dott. Luigi Catania direttamente promuove e finanzia interventi ricostruttivi di esiti di traumi, ustioni, neoplasie in pazienti bisognosi. Aderisce inoltre al programma Operation Restore della Pro Bono Fundation ISHRS.