Addominoplastica Roma

Cambiamenti di peso, invecchiamento, gravidanze, anamnesi di differenti chirurgie addominali e talvolta ereditarietà possono essere le cause dell'inflaccidimento della cute o della comparsa di masse di grasso, che nel tempo possono portare ad un addome pendulo. L’attività sportiva può migliorare il tono dei muscoli sottostanti, ma non riesce ad agire sulla cute, che arriva a presentare una perdita di elasticità, un indebolimento dei tessuti o un accumulo di grasso.

L’addominoplastica non deve però essere considerata un rimedio all’aumento di volume, ma può essere presa in considerazione dopo l’insuccesso di altre tecniche (dieta, attività fisica, massaggi, medicina estetica). Inoltre, non deve essere considerata come la risoluzione alla perdita di elasticità della cute, quindi come panacea al trattamento delle smagliature.

I migliori candidati per quest'intervento sono pazienti in buona salute, con un eccesso di grasso e un mantello cutaneo esuberante: donne che in seguito ad una gravidanza hanno disteso i loro tessuti in maniera eccessiva e non riescono più a riacquistare la forma fisica, pazienti con una ridotta elasticità cutanea a causa di un notevole calo ponderale di peso (ex obesi).

L'addominoplastica, ancora una volta, non va ritenuta una scorciatoia alla dieta e i pazienti eccessivamente in sovrappeso devono posporre l'intervento finché non ci sia un effettivo dimagrimento. Anche le pazienti che hanno in progetto di avere un altro figlio è opportuno che attendano, per non rischiare di invalidare totalmente l'esito dell'intervento.

Prima dell'intervento di addominoplastica

In vista dell'intervento verranno prescritti esami di laboratorio, un elettrocardiogramma ed una radiografia del torace. Se il fumo viene eliminato per 15 giorni o più prima dell'operazione, l’incidenza delle complicanze è pari a quella che hanno i non fumatori. E’ consigliabile, inoltre, evitare i contatti con persone affetti da raffreddore o da altre malattie infettive.

L'intervento di addominoplastica a Roma

Questo tipo di intervento si esegue in anestesia generale, eseguita da un anestesista in sala operatoria. Sarà somministrata una certa quantità di fluidi per via endovenosa durante l’intervento ed il giorno successivo all'operazione. Successivamente sarà possibile tornare ad una dieta regolare. L'intervento richiede circa 3-4 ore. Generalmente sono necessarie due incisioni: una nella porzione più bassa dell'addome, proprio al di sopra della linea dei peli del pube; l’altra, piccola, circolare intorno all'ombelico, perché frequentemente l’intervento richiede anche una risistemazione di quella zona.

La lunghezza dell’incisione inferiore dipende, in accordo con il paziente, dal progetto pre-operatorio. In questa sede sarà stabilita la quantità di cute e grasso da rimuovere. Qualora tale massa da asportare fosse minima e localizzata soprattutto nella parte inferiore all’ombelico, potrà essere eseguita una mini-addominoplastica, cioè una addominoplastica che tratta solamente la parte sottostante all’ombelico. Le incisioni chirurgiche sono chiuse con punti di sutura, con graffette metalliche o con sistemi incollanti. Si applica infine un'abbondante medicazione compressiva che viene rimossa alla prima medicazione dopo 2-3 giorni e sostituita da una guaina, che dovrà essere indossata permanentemente per almeno 3-4 settimane.

La ripresa dall'intervento di addominoplastica

Nei primi giorni l'addome potrà essere particolarmente gonfio, in relazione all'estensione dell'intervento subito. La prima medicazione viene fatta dopo due giorni ed i tessuti dovranno essere tenuti asciutti sino alla rimozione dei drenaggi. Nei primissimi giorni il dolore, presente soprattutto nei casi in cui vengano riaccostati i muscoli, viene controllato da una terapia farmacologica. A seconda dell'estensione dell'intervento si chiede al paziente di riprendere con calma l'attività fisica, proibendo comunque lo sport per 4 settimane. I primi punti si rimuovono dopo una settimana, gli ultimi dopo venti giorni. Il ritorno alle normali attività è in relazione all'entità dell'intervento subito, alle condizioni fisiche con cui si è affrontato l'operazione chirurgica ed alle singole capacità reattive. Una ripresa graduale non comincerà comunque prima di due settimane .

Addominoplastica Roma Prima Dopo Addominoplastica Roma Prima Dopo Addominoplastica Roma Prima Dopo Addominoplastica Roma Prima Dopo Addominoplastica Roma Prima Dopo Addominoplastica Roma Prima Dopo
Richiedi informazioni
  1. Nome e Cognome*
    Per favore inserisci il tuo nome e cognome.
  2. E-mail*
    Per favore inserisci il tuo indirizzo email.
  3. Telefono*
    Valore non valido
  4. Richiesta
    Valore non valido
  5. Antispam - Inserire la cifra indicata*
    Antispam - Inserire la cifra indicata
    Valore non valido

Charity Program

Il Dott. Luigi Catania direttamente promuove e finanzia interventi ricostruttivi di esiti di traumi, ustioni, neoplasie in pazienti bisognosi. Aderisce inoltre al programma Operation Restore della Pro Bono Fundation ISHRS.