Il seno è una delle parti più sensuali del corpo femminile. Eppure, come confermano anche le ultime ricerche, sono poche le donne soddisfatte del loro décolleté e tante invece quelle che vorrebbero migliorarne forma e tonicità.
Un desiderio che spinge sempre più spesso ad affidarsi al bisturi per ottenere un seno più pieno e sodo.

Tabella Procedure e costi

Costo tutto inclusoDurata interventoDimissione AnestesiaTempi di recupero

2.990
49,90/mese

40/60 minuti1,5 - 2 ore dalla fine
dell'intervento
Anestesia generale
(o locale)
Recupero completo
in 24 ore

La nostra equipe diretta dal Dott. Luigi Catania opera in una prestigiosa clinica romana.

Mastoplastica additiva Roma € 2990

Mastoplastica Gold Standard:
Dimissione in 2 ore
Recupero completo in 24 ore

Servizi

Clinica e albergo di lusso

La mastoplastica verrà effettuata in una clinica di lusso.
Il pernottamento in hotel sarà incluso nel costo dell'operazione.

Massima sicurezza

La clinica ospitante garantisce i più alti standard di sicurezza perchè dotata di un reparto di terapia intensiva.

Servizio Door-to-Door

Vi offriamo il rimborso delle spese di trasferimento e di rientro da ogni parte d'italia, viaggiando in aereo o in treno.

Fornitura linea Reforma

Fornitura gratuita di un prodotto a scelta per la durata di 3 mesi, oppure scelta di tre prodotti per la durata di un mese.

Offerta valida solo con Protesi Dual

Protesi certificate
FDA bio-dimensional di terza generazione "su misura"

Recupero completo in 24 ore senza drenaggi nè fasciature

Qualità delle location ed equipe mediche altamente qualificate

Costo accessibile e programma personalizzato

Contattaci al 3451631545 o richiedi un preventivo gratuito > >

Foto e Video

Foto e video ripresi circa 90 minuti dopo l'intervento e subito prima della dimissione.





Il seno è una delle parti più sensuali del corpo femminile. Eppure, come confermano anche le ultime ricerche, sono poche le donne soddisfatte del loro décolleté e tante invece quelle che vorrebbero migliorarne forma e tonicità.
Un desiderio che spinge sempre più spesso ad affidarsi al bisturi per ottenere un seno più pieno e sodo.

Recupero completo in 24 ore senza drenaggi né fasciature

Per rispondere al meglio a questo bisogno le tecniche della mastoplastica additiva, l’intervento che permette di aggiungere taglie al décolleté, hanno conosciuto una rapida evoluzione negli ultimi tempi diventando sempre più efficaci e sicure.

La metodica più innovativa presenta notevoli vantaggi rispetto alle tecniche tradizionali: PUO'ESSERE ESEGUITA TUTTO L'ANNO, ANCHE IN ESTATE, garantisce infatti risultati soddisfacenti con tempi di intervento e di recupero estremamente contenuti  evitando disagi post-operatori e permettendo una ripresa velocissima delle consuete attività.  

Veloce l’intervento, rapido il recupero

Una delle preoccupazioni maggiori delle donne che si affidano al bisturi per avere un décolleté nuovo è il recupero post-operatorio che spesso si presenta lungo e doloroso.

Gold Standard.
Qualità delle location e il miglior prezzo

La nuova metodica si distingue proprio per la velocità  nei tempi di esecuzione e di recupero : l’intervento viene eseguito in modo tale da far sì che il disagio post-operatorio sia minimo e da consentire la dimissione della paziente già due, tre ore dopo l’operazione. Ventiquattro ore dopo è possibile riprendere le consuete attività e ritornare al lavoro senza necessità di indossare reggiseni e fasciature particolari.  

Un percorso preciso verso il successo

Il drastico “taglio” sui tempi di recupero è innanzitutto il frutto di una notevole esperienza chirurgica che si esprime in azioni e procedure tali da ridurre al minimo il tempo di intervento e il disagio post-operatorio. Ma non solo: è un percorso programmato costruito con una serie di “accorgimenti” prima e dopo l’intervento a contraddistinguere questa tecnica e a farne una delle più efficaci e sicure.

Contattaci al 3451631545 o richiedi un preventivo gratuito > >

Prima dell’intervento

Il percorso programmato che caratterizza il nuovo intervento di mastoplastica additiva parte dalla fase pre-operatoria.

  • L’informazione alla paziente è fondamentale per il buon esito dell’operazione. In questa ottica informare non significa solo fornire indicazioni, numeri e dati ma coinvolgere la paziente perchè possa collaborare a pieno alla riuscita dell’intervento.
  • La valutazione delle richieste: nella fase preliminare il compito principale del medico è quello di valutare con attenzione le richieste della paziente in modo da poterle soddisfare senza però compromettere il buon esito dell’operazione. La richiesta di misure non realistiche, ad esempio, va valutata con particolare attenzione perché può provocare danni estetici irreparabili: il seno appare poco naturale e la visibilità delle protesi nella parte alta del décolleté rende chiaro il ricorso alla chirurgia.
  • Gli esami pre-operatori: il requisito base perché la paziente possa essere operata è che sia in buono stato di salute. Nel corso dei consueti controlli pre-intervento è fondamentale porre l’attenzione in maniera puntuale sui test di coagulazione che devono essere in ordine: qualora la paziente assumesse anti-aggreganti è necessario che li sospenda.
  • La preparazione della pelle: una delle complicazioni più gravi dell’intervento è rappresentata dalla possibilità che la protesi si infetti. Qualora questo succeda è necessario sostituirla, con una ricaduta pesante sulla paziente a livello sia di impegno fisico che economico. Per arginare la possibilità che si presenti questa complicanza, si è deciso di non limitarsi a disinfettare la parte poco prima di iniziare ad operare ma anche di affidare alla paziente il compito di sterilizzare l’area nei giorni precedenti con prodotti e procedure suggerite dal medico.

La scelta della protesi

Da noi mai utilizzate protesi mammarie francesi PIP

Un altro passaggio fondamentale per la riuscita dell’intervento è la scelta del tipo di protesi da impiantare. Il medico la effettua partendo da una serie di misurazioni statiche e dinamiche che permettono di selezionare una protesi "su misura", perfettamente adatta per forma, volume e dimensioni al torace della paziente ed all’elasticità dei sui tessuti, un parametro molto importante da tenere in considerazione al momento della scelta. Impiantare una protesi troppo grande provoca nel tempo danni irreparabili: infatti la protesi genera una pressione che, sommata al peso stesso dell’impianto, causa un’atrofia del tessuto con una significativa caduta del seno. Protesi di misura eccessiva, inoltre, traumatizzano i tessuti in fase di impianto ed allungano i tempi di recupero post-operatorio.

In sala operatoria

Uno degli obiettivi della nuova metodica è quello di ridurre i tempi di recupero mettendo in atto una serie di particolari accorgimenti nel corso dell’ intervento.

  • Ridurre all’essenziale i tempi operatori: più l’intervento è lungo, maggiore è la dose di farmaci che devono essere somministrati e più lento il recupero post-operatorio. Per contenere i tempi in sala operatoria è fondamentale che il chirurgo abbia una manualità precisa e veloce e che tutta l’equipe collabori in perfetta coordinazione per evitare ripetizioni di gesti che portano via tempo. Negli interventi classici di mastoplastica additiva il chirurgo utilizza in genere delle protesi di prova per verificare la corretta “misura” dell’impianto. Questo è un passaggio che viene invece evitato nella nuova tecnica perché comporta un dispendio di tempo ma anche perché la protesi di prova può diventare un pericoloso veicolo di infezione.
  • Evitare il sanguinamento: la prassi nelle procedure chirurgiche prevede che la fase della coagulazione avvenga dopo l’incisione. Questo comporta un sanguinamento che, sia pur minimo, provoca un’infiltrazione di sangue nei tessuti: si formano così ematomi e gonfiori dolorosi e lunghi da riassorbire che peggiorano le condizioni del post-operatorio. Grazie all’utilizzo di una particolare apparecchiatura e alla conoscenza perfetta dei punti di sanguinamento, la nuova metodica permette di fare un’emostasi (una coagulazione) “a priori”, prima che il tessuto sanguini in modo da ottenere una zona di intervento perfettamente pulita, senza sangue e senza ematomi. Questo evita l’uso dei drenaggi che complicano il recupero dopo l’intervento e che possono essere un’ulteriore fonte di infezione. L’apparecchiatura inoltre interviene anche sulle terminazioni nervose con un effetto “analgesico” che rende ancora meno dolorosa la fase post-operatoria.
  • Procedere con massima precisione: la “tasca” che il chirurgo crea per collocare la protesi deve essere su misura per l’impianto che va inserito immediatamente per evitare l’esposizione all’aria e limitare ulteriormente il rischio di infezione.

Dopo l’operazione

Anche il tipo di anestesia scelta, efficace ma soft, contribuisce a ridurre i tempi di recupero evitando un’ alterazione del microcircolo che comporta molti disagi nel post-operatorio.

Tutto questo insieme di accorgimenti fa in modo che due-tre ore dopo l’intervento la paziente sia in grado di muoversi e di alzare le braccia senza provare dolore.

I risultati

A differenza di altre metodiche non chirurgiche come gli impianti di grasso autologo e di collagene, la tecnica chirurgica garantisce risultati   ottimali  dal punto di vista estetico che hanno il grande vantaggio di durare inalterati nel tempo. La sicurezza dell’impianto è garantita dall’ormai vastissima casistica di utilizzo e dall’alta qualità delle protesi impiegate. 

Da sapere

Questa particolare metodica di intervento viene eseguita da equipe selezionate con trenta anni di esperienza. Le strutture sono certificate per la massima sicurezza e comfort. A qualificare la proposta sono, oltre alla provata professionalità dei chirurghi, l’alta qualità dei materiali utilizzati e i costi decisamente contenuti delle prestazioni.

Contattaci al 3451631545 o richiedi un preventivo gratuito > >

Charity Program

Il Dott. Luigi Catania direttamente promuove e finanzia interventi ricostruttivi di esiti di traumi, ustioni, neoplasie in pazienti bisognosi. Aderisce inoltre al programma Operation Restore della Pro Bono Fundation ISHRS.